Vacanze rovinate


La Confconsumatori di Prato, nonostante la chiusura estiva, ha raccolto numerose richieste d'aiuto da parte di molti consumatori che si sono a questa rivolti in quanto, in procinto di partire per le agognate vacanze, si sono resi conto di essere stati oggetto di una truffa e di non poter più partire per i viaggi programmati.
Per tutti i disservizi e le problematiche in materia di turismo, parla il Presidente Provinciale della Confconsumatori di Prato Sig. Marco Migliorati, l'associazione ha attivato uno “Sportello del Turista” contattabile al numero 3804640227 oppure tramite mail a confconsumatori.fipopt@gmail.com
In particolare, continua Marco Migliorati, “sarà fornita assistenza in merito alle problematiche relative a pacchetti turistici, a viaggi aerei ed ai possibili disservizi correlati al rifiuto all'imbarco, alla cancellazione del volo, ai ritardi ed alle problematiche con i bagagli. Inoltre sarà fornita assistenza e consulenza anche per i viaggi in treno, in caso di ritardi e disservizi, viaggi in autostrada oppure viaggi a bordo di nave se il passeggero ha ad esempio subito danni in occasione delle operazioni di sbarco in e da una nave, in caso di mancata partenza del traghetto o di ritardo”.
“Vogliamo come associazione garantire ai cittadini una pronta risposta per la tutela dei loro diritti affinchè nessuno li calpesti”.
Grazie infatti all'avvocato Priscilla Martini, che si è messa subito disposizione dei consumatori, le persone sono state aiutate ad affrontare queste spiacevoli situazioni e ad iniziare un percorso di tutela
La Confconsumatori ricorda quindi i propri contatti: 3804640227 oppure mail a confconsumatori.fipopt@gmail.com



Viaggi e biglietti a basso costo, ma anche bassa tutela


Grosseto, 29.5.2012 - La Confconsumatori di Grosseto ha riscontrato la diffusione tra i consumatori dell'utilizzo di siti internet per la prenotazione di viaggi e vacanze. Questo è un bene perché, in taluni casi, rivolgersi ad un intermediario on line può comprimere i costi del servizio, sia esso un biglietto aereo che un viaggio completo. Tuttavia a fronte di acquisti fatti da intermediari virtuali troppo spesso la tutela dei consumatori viene di fatto affievolita e "virtualizzata" come nel caso di reclami, annullamento voli, polizze assicurative ed altro. La normativa europea consente infatti ad operatori stranieri di cedere on line voli e pacchetti turistici. Dal lato pratico questo, nell'ipotesi di una "patologia" del contratto, comporta il rischio di vedere stipulata ad esempio una polizza annullamento viaggi con una compagnia straniera (come è capitato ad un socio grossetano della confconsumatori) oppure di dover far causa- per ottenere la restituzione di un biglietto aereo cancellato dal vettore- ad una società operante all'estero (fatto anche questo accaduto ad altro socio grossetano). Pertanto la Confconsumatori non può che invitare i possibili fruitori di questi servizi on line di verificare lo stato giuridico del titolare del portale, preferendo siti internet facenti capo a società operanti e costituite in Italia. Si ricorda per finire che Confconsumatori, unitamente alle associazioni Federconsumatori, Cittadinanza Attiva, Unc e Adoc, ha dato vita ad uno sportello di assistenza al turista tramite la Camera Arbitrale della Camera di Commercio di Grosseto, per cui le informazioni sulla tutela del viaggiatore possono essere richieste non solo agli sportelli delle cinque associazioni dei consumatori ma anche presso la Camera Arbitrale.
Il Presidente, Marco Festelli.



A Grosseto uno sportello per il turista


Grosseto, 30 maggio 2012 - Se l'acquisto della vacanza diventa virtuale, la tutela del consumatore deve rimanere concreta ed efficace. Anche per tutelare chi, sempre più spesso, acquista un viaggio online Confconsumatori, unitamente alle associazioni Federconsumatori, Cittadinanza Attiva, Unc e Adoc, ha dato vita a uno sportello di assistenza al turista tramite la Camera Arbitrale della Camera di Commercio di Grosseto, per cui le informazioni sulla tutela del viaggiatore possono essere richieste non solo agli sportelli delle cinque associazioni dei consumatori ma anche presso la Camera Arbitrale.
Confconsumatori Grosseto ha riscontrato negli ultimi tempi la diffusione tra i consumatori dell'utilizzo di siti internet per la prenotazione di viaggi e vacanze. "Questo è un bene - commenta Marco Festelli, presidente di Confconsumatori Toscana - perché, in taluni casi, rivolgersi ad un intermediario online può comprimere i costi del servizio, sia esso un biglietto aereo che un viaggio completo". "Tuttavia, - continua Festelli - a fronte di acquisti fatti tramite intermediari virtuali, troppo spesso la tutela dei consumatori viene di fatto affievolita e "virtualizzata" come nel caso di reclami, annullamento voli, polizze assicurative ed altro. La normativa europea consente infatti ad operatori stranieri di cedere online voli e pacchetti turistici. Dal lato pratico questo, nell'ipotesi di una "patologia" del contratto, comporta il rischio di vedere stipulata ad esempio una polizza annullamento viaggi con una compagnia straniera (come è capitato ad un socio grossetano di Confconsumatori) oppure di dover far causa- per ottenere la restituzione di un biglietto aereo cancellato dal vettore- ad una società operante all'estero (fatto anche questo accaduto ad altro socio)".
Pertanto Confconsumatori non può che invitare i possibili fruitori di questi servizi online a verificare lo stato giuridico del titolare del portale, preferendo siti internet facenti capo a società operanti e costituite in Italia.



Maldive: i turisti hanno diritto di risolvere i contratti


Grosseto, 10.2.2012 - Lo sportello grossetano della Confconsumatori ha ricevuto segnalazioni da parte di cittadini che avevano prenotato un viaggio alle Maldive, con partenza nei prossimi giorni. Come sappiamo tutti le Maldive hanno visto svolgersi un colpo di stato, tanto che il nostro Ministero degli Esteri ha sconsigliato la permanenza in alcune città ed invitato alla cautela negli "atolli". I tour operator, così come per l'Egitto nello scorso anno, si ostinano a pretendere ingiustamente la partenza. E' bene ricordare che per una sentenza della Cassazione dell'anno 2007 lo scopo del contratto di viaggio ovvero l'oggetto del contratto è la vacanza stessa intesa come periodo di relax e benessere psico fisico. L'oggetto del contratto non può quindi ritenersi raggiunto quando il viaggiatore è costretto a partire col patema d'animo di trovarsi in situazione di instabilità e pericolo per la propria incolumità fisica. Pertanto è bene ricordare che in questi casi il contratto va considerato risolto per impossibilità della prestazione ed il consumatore ha diritto alla restituzione integrale della caparra versata. Gli interessati possono rivolgersi presso la sede grossetana della confconsumatori, Via Ronchi 24 (tel 0564,418276).



"Smartbox" e "Voucher aerei": attenzione alle fregature


Parma, 6 dicembre 2011 - Il Natale si avvicina e tra i regali più gettonati quest'anno ci sono le "Smartbox", o "Regalbox": cofanetti tematici, acquistabili sia on line che nei vari punti vendita (agenzie viaggio, centri commerciali, librerie ecc), che danno diritto ad usufruire di soggiorni e prestazioni in strutture alberghiere, centri benessere, ristoranti, centri sportivi ecc. Numerose sono, però, le segnalazioni pervenute alla Confconsumatori in relazione ad alcune difformità riscontrate nell'utilizzo delle "Smartbox" o dei "Voucher aerei". Tra i problemi più frequenti c'è quello della prenotazione dell'albergo: spesso non è possibile usufruire della giornata di sabato, nonostante il cofanetto esplicitamente estenda a 365 giorni l'anno il periodo di validità. Anche il pernottamento per soggiorni di due o più notti, ove espressamente previsto nel cofanetto, a volte non è applicato dalle strutture prescelte che, invece, scontano ai consumatori solo la prima notte e addebitano i costi dei pernottamenti successivi. Si sono verificate, infine, difformità tra il contenuto del cofanetto ed i servizi effettivamente resi dalle strutture alberghiere, sportive ecc.
IL CASO - Una coppia di consumatori alla quale era stato regalato un cofanetto a tema "degustazioni", ad esempio, ha lamentato recentemente come all'interno del ristorante prescelto, dopo un primo invito a degustare tutto ciò che era previsto dall'offerta, con la precisazione che soltanto le ordinazioni extra avrebbero formato oggetto di un costo aggiuntivo, si è vista in realtà recapitare un conto rilevante, con uno sconto minimo, di circa 17€, corrispondente, a detta del ristorante, al valore del cofanetto. La coppia, dopo aver verificato che il costo del prodotto in realtà era ben superiore rispetto allo sconto praticato dal ristoratore, si è rivolta alla Confconsumatori che ha avviato le trattative con la società di gestione della "Smartbox", la quale, rilevata la divergenza, ha accettato di rimborsare la coppia di consumatori, offrendo loro un nuovo cofanetto tematico. Ciò è stato possibile però grazie al fatto che i consumatori avevano richiesto la fattura del ristorante, attraverso la quale è stato possibile dimostrare il costo aggiuntivo indebitamente addebitato.
I CONSIGLI DI CONFCONSUMATORI - Al fine di evitare di incorrere in inconvenienti come quelli sopra indicati, è importante che il consumatore:
- conservi il cofanetto e la relativa guida illustrativa, consegnando al gestore della struttura prescelta unicamente il talloncino del buono
- si faccia rilasciare la fattura/ricevuta nel caso in cui venga chiesto il pagamento di costi aggiuntivi.
Come per l'acquisto di ogni prodotto, inoltre, anche per i cofanetti tematici è importante leggere sempre bene le condizioni del servizio prescelto, che sono vincolanti per le società che gestiscono le "Smartbox".
I VOUCHER AEREI - Sempre in tema di regali natalizi, alcune compagnie aeree stanno promuovendo la vendita di "voucher aerei", quasi sempre acquistabili on line attraverso il sito internet della singola compagnia che permette in questo modo di acquistare una sorta di "credito" su futuri biglietti aerei che verranno emessi a favore di altrettanti passeggeri in possesso del sopraindicato voucher. Anche in questo caso è bene leggere bene le condizioni contrattuali presenti sul sito della compagnia aerea, tenendo presente che di regola, tali voucher possono:
- essere non rimborsabili
- non permettere di modificare il nominativo del passeggero sul biglietto
- avere una scadenza precisa, al termine della quale perdono validità, non essendo prevista alcuna proroga
- se utilizzati solo parzialmente non contenere la previsione di restituzione del credito rimanente
- essere non cumulabili, se non entro i limiti previsti dalla singola compagnia aerea, al momento dell'acquisto di un biglietto aereo.

 
 
 



Sette turisti risarciti grazie alla mediazione avviata con l'ausilio dello sportello del turista dalla Camera di Commercio


Grosseto, 23.8.2011 - Sette turisti, di diverse parti d'Italia (4 di Grosseto), hanno ottenuto un giusto indennizzo per il ritardo del volo aereo che ha comportato la perdita della coincidenza per il ritorno definitivo in Italia. I sette malcapitati viaggiatori tramite la Confconsumatori di Grosseto hanno lamentato un ritardo aereo non importante ma sufficiente a far perdere la coincidenza con altro volo aereo, in un'aeroporto europeo, che nella sostanza ha comportato loro un ritardo di circa 4 ore rispetto al previsto arrivo a Fiumicino. Inoltre i sette sciagurati hanno lamentato alla compagnia aerea l'assenza di adeguata assistenza a terra che ha comportato loro, per il ritardo accumulato, l'impossibilità di eseguire il check in onde imbarcarsi nel volo di ritorno a Roma. La Confconsumatori, operandosi attivamente con lo sportello del turista istituito dalla Camera di Commercio di Grosseto per mezzo della Camera Arbitrale, ha avviato per i sette viaggiatori una procedura di mediazione (peraltro ormai divenuta obbligatoria dopo l'entrata in vigore del codice del turismo). La compagnia aerea ha rimborsato ai viaggiatori il 30% del prezzo del biglietto pagato. Il tutto si è risolto in circa 30 giorni lavorativi. La confconsumatori ricorda che all'istituzione dello sportello del turista collaborano attivamente anche le associazioni ADOC Grosseto, Cittadinanza Attiva Grosseto, Federconsumatori Grosseto e UNC Grosseto.
Il Presidente, Marco Festelli

 
 
 



Lo sportello del turista


Grosseto, 7.7.2011 - Le Associazioni dei consumatori Adoc, Cittadinanza Attiva, Confconsumatori, Federconsumatori e Unione nazionale consumatori di Grosseto collaborano con la Camera di Commercio di Grosseto e con la Camera Arbitrale della stessa Camera, per lo sportello turista.
Infatti i turisti alle prese con le problematiche consumeristiche che purtroppo accadono durante le vacanze, come ad esempio mancato imbarco, overbooking, vacanza rovinata, fallimenti tour operator, cataloghi menzogneri e altro, alberghi e strutture ricettiva sporche, ristoranti esosi e altro possono rivolgersi per ricevere assistenza sia presso gli sportelli delle associazioni dei consumatori indicate ovvero:

FEDERCONSUMATORI ED UTENTI TOSCANA
Grosseto
Via Repubblica Domenicana, 80/d - 58100 GROSSETO
email: federconsumatori@grosseto.tosc.cgil.it
Tel. 0564.459225, Fax. 0564.459200
ORARI:
Martedi': 15.30 - 18.30
Mercoledi':15.30 - 18.30
Giovedi': 15.30 - 18.30

CONFCONSUMATORI Grosseto
Grosseto
Via Ronchi, 24 - 58100 GROSSETO
email: grosseto@confconsumatori.it
Tel. 0564.418276 - 348.3804619, Fax. 0564.418276
ORARI:
Martedi': 16.00 - 19.00
Mercoledi': 14.30 - 15.30
Giovedi': 09.00 - 12.00
Venerdi': 16.00 - 19.00

ADOC Grosseto
Viale monterosa 112/a, 58100 Grosseto
tel. 0564/22168 0564/22168, fax. 0564/22269
email: giovannacillerai@hotmail.com

Cittadinanzattiva toscana onlus Grosseto
Ospedale Grosseto
tel. 0564/485271

UNC Grosseto
Via C. Battisti, 129 58100 Grosseto
tel. 0564 496496, fax. 0564 496496

OPPURE potranno rivolgersi anche presso la sede della Camera Arbitrale in Grosseto alla Via Adda 129 tel. 0564, 414982.

Riceveranno non solo le informazioni utili per la conoscenza dei propri diritti ma anche assistenza nella procedura di mediazione/conciliazione per tentare di risolvere le controversie insorte. Per uno sviluppo del turismo è infatti necessario, sia a Grosseto che in tutta Italia, che per i servizi turistici, offerti dagli operatori economici, anche le controversie di settore vengano risolte in modo rapido e che il cittadino non si senta lasciato solo o privo di diritti o di assistenza. L'ente camerale e le associazioni dei consumatori hanno quindi anticipato l'entrata in vigore del codice del turismo, che individua il turista come figura speciale di consumatore, istituendo sinergicamente tra loro un servizio di massima importanza.

per le associazioni, la capofila
Confconsumatori Grosseto  
 
 



"Vacanze coi Fiocchi" 2008


Sulle strade delle vacanze, contro la strage stradale

Federica Pellegrini, Snoopy, Piero Angela, Dylan Dog, Diego Abatantuono, Carmen Consoli, Diabolik, Stefano Baldini, Denny Mendez e tanti altri personaggi reali e immaginari "ambasciatori di sicurezza stradale" nel periodo più pericoloso sulle strade: l'estate Confconsumatori tra i promotori della campagna "Vacanze coi fiocchi"

"Occhi sulla strada" dice Diego Abatantuono. "Non lasciarti sedurre dalla velocità, l'attrazione potrebbe essere fatale" prosegue il giornalista Massimo Gramellini. "Non ignorare la segnaletica" ricorda la campionessa di nuoto Federica Pellegrini. "Alcol e velocità non sono mai buoni compagni di viaggio" avverte la cantante Carmen Consoli. "Rossi bruciati, partenze mozzafiato, sgommate… lasciale agli eroi dei fumetti. Sulla carta nessuno si fa male" rilancia Dylan Dog, uno dei più noti personaggi dei fumetti italiani. "Nessuna testa è più dura dell'asfalto" dice l'attore Vito che aggiunge "Usa sempre il casco allacciato".
Quest'estate tanti personaggi reali e del mondo dei fumetti si trasformano in "ambasciatori di sicurezza stradale". Lo fanno dalle pagine del libretto distribuito in tutta Italia nell'ambito della campagna "Vacanze coi fiocchi", promossa per il nono anno consecutivo sotto l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica e con la partecipazione di Confconsumatori. La campagna prende avvio a fine giugno, prosegue tutta l'estate e vede protagonisti anche Carlo Lucarelli, Denny Mendez, Stefano Baldini, I Nomadi, Tania Zamparo, Carolina Marconi, Attilio Romita del Tg1, l'astrofisica Margherita Hack, gli Stadio, Snoopy, Martin Mystère, Diabolik, Eva Kant, Luporosso.
"Nell'immaginario collettivo - dice Piero Angela nel presentare la campagna - le giornate con ghiaccio, pioggia e neve sono quelle più rischiose per chi deve guidare. In realtà, la maggior parte dei drammi stradali si consuma in condizioni ambientali ottimali. I mesi in cui si perdono più vite umane sono infatti quelli estivi. Nel periodo luglio e agosto muoiono sulle strade più di 1.000 persone. La causa principale di questo tremendo eccidio è dovuta al cosiddetto fattore umano. Mancato rispetto delle regole di precedenza, guida distratta e velocità elevata da sole provocano quasi il 50% delle tragedie stradali. Improprio quindi parlare di "incidenti", come se si trattasse di qualcosa di casuale. Meglio parlare di incoscienza o di scarso timore di subire sanzioni per comportamenti irresponsabili".
L'obiettivo della campagna è proprio di sensibilizzare quanti si metteranno in strada per le prossime ferie estive al rispetto delle regole. Un modo semplice e a costo zero per ridurre incidenti e vittime. Un obiettivo possibile a giudicare delle esperienze internazionali più virtuose.
"Vacanze coi fiocchi" vede protagonisti oltre 600 aderenti tra istituzioni, associazioni, aziende sanitarie, delegazioni Aci, società autostradali, radio e tv in tutta Italia. E' proprio grazie a questa vasta rete di aderenti che verranno distribuiti 500.000 libretti, 250.000 adesivi e 15.000 manifesti con l'immagine di Snoopy nell'insolita veste di automobilista che invita tutti a "dare un passaggio alla sicurezza". All'interno del libretto compaiono vignette disegnate da Altan, Vauro, Bucchi, Maramotti, Pillinini, Gomboli, Mausoli, Giuliano, Coretti, Facciolo, Roy, D'Alfonso e altri fumettisti, foto di personaggi associate a messaggi, riflessioni di Franco Taggi dell'Istituto Superiore di Sanità, Sergio Dondolini e Pietro Marturano della Direzione Generale per la Sicurezza Stradale del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Sergio Garbarino dell'Università di Genova. L'invito alla prudenza arriverà anche dalle radio che aderiscono alla campagna. Una rete di oltre 200 emittenti, a partire dei network nazionali come Radio Deejay, Radio Capital, Isoradio e Radio24 fino ad una nutrita schiera di emittenti locali, che trasmetteranno gli spot registrati da alcuni dei testimonial. Anche le televisioni daranno il loro contributo trasmettendo uno spot video. L'edizione di quest'anno si presenta inoltre con una simpatica novità: la canzone "una vacanza coi fiocchi" appositamente composta per la campagna dal comandante dei vigili e cantautore Antonio Labate.
Il brano e tutti gli altri materiali sono scaricabili dal sito www.vacanzecoifiocchi.it.
Tanti anche gli eventi previsti nell'ambito della campagna, che culmineranno il 26 luglio in occasione del più grande esodo estivo quando rappresentanti delle istituzioni, personaggi e volontari saranno ai caselli autostradali e nelle piazze di tante città per distribuire i materiali informativi e augurare buon viaggio a tutti gli italiani in partenza per le città d'arte, il mare, le montagne.
La campagna "Vacanze coi fiocchi" è promossa a livello nazionale dal Centro Antartide di Bologna con la collaborazione del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti-Dipartimento per i Trasporti Terrestri e dell'Osservatorio per l'Educazione Stradale e la Sicurezza della Regione Emilia-Romagna.
Per maggiori informazioni: Francesco Bedussi, Centro Antartide, Via Rizzoli 3 40125 Bologna, Tel 051.260921; francesco.bedussi@centroantartide.it
Scarica il libretto di "Vacanze coi Fiocchi"  [.pdf]

 
 
 



Vacanze in Kenya: consigli a chi non vuole partire


I consumatori che hanno acquistato un pacchetto turistico con destinazione Kenya possono recarsi in agenzia o contattare il tour operator per esercitare il diritto di recesso per giusta causa, dovuto a fatto sopraggiunto non imputabile al turista/consumatore. Ciò comporta la restituzione di tutte le somme pagate senza alcuna penale, ai sensi dell'art. 86 del Codice del Consumo e resta a discrezione del consumatore accettare eventuali proposte alternative, come il cambio di meta, la conversione delle somme pagate con un buono viaggio o il suo posticipo, una volta ristabilite le condizioni ottimali. Questo il consiglio dato da Confconsumatori, a causa della grave situazione di instabilità e di insicurezza in Kenya, segnalata dalla Farnesina a seguito della proclamazione dei risultati delle elezioni presidenziali. "Vale la pena ricordare una recente sentenza della Corte di Cassazione (n. 16315/2007) che ha sancito il diritto del turista/consumatore alla restituzione di quanto pagato se il soggiorno nella località prescelta è diventato rischioso a causa di epidemie, atti terroristici, terremoti ecc…". Per informazioni è possibile rivolgersi alla sede di Grosseto della Confconsumatori (tel.0564.418276) che riaprirà dopo il 7/1, sino a tale data è possibile contattare il numero di telefono 328.7958074

 
 
 



Viaggi, attenzione all'inganno. Istruzioni da Confconsumatori


Grosseto, 30/07/2007 - Si avvicina il momento delle sospirate vacanze. Per evitare spiacevoli inconvenienti, talvolta rovina - vacanze, è importante che il turista segua alcuni accorgimenti:

- Diffidare delle offerte esagerate ed in particolare da viaggi con costi irrisori che vengono pubblicizzati come "last minute" e magari offerti due mesi prima della partenza.
- Leggere attentamente i programmi di viaggio.
- Prima di stipulare il contratto leggere attentamente tutte le condizioni generali, cioè quelle clausole scritte in minuscolo, quasi invisibili, riportate anche a tergo dei depliant o brochure.
- Chiedere copia del contratto con timbro e firma dell'agenzia che deve riportare l'indicazione esatta del pacchetto turistico scelto con rispondenza al catalogo visionato.
- Non versare un anticipo eccessivo, magari superiore al 25% a meno che non manchino pochissimi giorni alla partenza.
- Rivolgersi sempre ad agenzie conosciute e con le quali si è già viaggiato.
- Se dovete rinunciare al viaggio potete pretendere -sino a 4 giorni dalla partenza- che un parente o un amico vi sostituisca. Comunque avvertire sempre tempestivamente, magari per scritto, l'agenzia perché le penalità sono maggiori all'approssimarsi della partenza.
- Se prima della partenza vengono comunicate variazioni significative il turista ha diritto ad annullare il viaggio e chiedere la restituzione integrale della caparra.
- Informarsi presso il numero verde del Ministero degli Esteri sulle condizioni climatiche e sanitarie del paese di destinazione.
- Se qualcosa durante la vacanza non soddisfa il turista, questo entro 10 giorni dal ritorno può protestare con l'agenzia di viaggio inviando una lettera raccomandata con ricevuta di ritorno. In particolare laddove vi siano casi di pubblicità ingannevole da parte di tour operator o strutture alberghiere è opportuno segnalare il caso anche all'autorità di garanzia per la concorrenza ed il mercato.
- Se il servizio ricevuto è difforme a quello pubblicizzato dall'agenzia, del tipo alberghi di qualità inferiore, escursioni non eseguite ecc.., non disperate perché avete diritto ad un proporzionale rimborso, denunciando l'accaduto sempre nei 10 giorni.
- Attenzione poi per il danno da vacanza rovinata; la Magistratura, per fortuna del turista, inizia a riconoscere anche il danno di natura morale giusta la sentenza della Corte di Giustizia U.E.

Seguendo queste minime regole di comportamento il turista può senza dubbio evitare spiacevoli inconvenienti. Per ulteriori informazioni contattare gli sportelli della Toscana della confconsumatori attraverso internet all'indirizzo www.confconsumatoritoscana.it Si ricorda infine che per i disservizi aerei confconsumatori ha istituito a livello nazionale un apposito servizio di assistenza via e mail, scrivendo alla casella disservizi.aerei@confconsumatori.it

 
 
 



Turisti, attenzione alla pubblicita' ingannevole


Giugno 2007 - L'estate e le vacanze sono ormai arrivate e la battaglia pubblicitaria dei vari operatori turistici per accaparrarsi i clienti è in atto da tempo. Spesso i messaggi pubblicitari non sono così trasparenti e corrispondenti alla realtà come si vorrebbe far credere. Per saper scegliere e non farsi fregare è bene allora ricordare un recente provvedimento dell'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato nei confronti di una società che gestisce una catena alberghiera. E' accaduto che l'Autorità ha deliberato l'ingannevolezza del messaggio diffuso dalla società, attraverso il proprio sito e volto a pubblicizzare i soggiorni vacanza presso uno dei propri hotel, vietandone l'ulteriore diffusione ed irrogando una sanzione di euro 12.100,00. Il messaggio descriveva le caratteristiche dell'hotel e i servizi offerti. In particolare, quanto all'ubicazione dell'hotel, affermava che "la spiaggia è di fronte a pochi metri". Inoltre, nella descrittiva delle camere il messaggio indicava come compreso nelle dotazioni delle stesse un "balcone con vista mare o pineta". Tra i servizi offerti gratuitamente venivano elencati "campi da tennis e calcetto". Infine si proponeva, in alternativa al soggiorno presso l'hotel, la possibilità di soggiornare in appartamenti situati nelle immediate vicinanze dello stesso, con la possibilità di fruire dei medesimi servizi dell'albergo (pulizia quotidiana, spiaggia, ecc).
E' quindi indispensabile per evitare disguidi e spiacevoli sorprese che il possibilmente il turista si informi in loco sulla realtà della posizione della struttura ed i servizi offerti. E' inoltre buona regola che conservare il depliant e tutto il materiale pubblicitario (anche le pagine web) che hanno determinato la scelta della struttura ricettiva.
Laddove si verifichino notevoli difformità entro 10 giorni dalla fine del viaggio è importante inviare una raccomandata di contestazione all'albergo ovvero, in caso di contratto di viaggio tutto compreso, al tour operator ed all'agenzia di viaggio. Si può ottenere anche una forte riduzione del prezzo pagato.
E' bene infine ricordare che la giurisprudenza riconosce ormai quasi costantemente il danno morale ed esistenziale da vacanza rovinata.
Per ogni ulteriore informazioni rivolgersi alle sedi toscane della Confconsumatori consultando il sito www.confconsumatoritoscana.it
Il presidente regionale, Marco Festelli